DOMANDE E RISPOSTE SULLA CHIROPRATICA

Qual'è la controindicazione principale al trattamento chiropratico?

Finire nelle mani di chi non è un vero Dottore Chiropratico

1.

Cosa può fare la chiropratica per il mal di testa ?

In molti casi cefalee e emicranie sono causate da tensione muscolare, malocclusione dentale, malposizioni vertebrali. Il chiropratico ripristina l’equilibrio funzionale delle strutture interessate tramite specifici trattamenti manuali detti adjustment ed educando il paziente verso abitudini e stili di vita più corretti ( posture, esercizio,etc)

2.

Posso sottopormi a trattamenti chiropratici se sono nel mezzo di una fase acuta?

Deve! Le fasi acute sono una finestra aperta sul problema, tutto è più visibile e a volte è più semplice capire l'origine del disturbo. Studi clinici dimostrano che intervenire durante la fase acuta riduce sensibilmente i tempi di recupero

3.

L'osteoporosi è una controindicazione al trattamento chiropratico?

La risposta è NO! In realtà l'osteoporosi è una controindicazione alle comuni manipolazioni vertebrali, ma la Chiropratica non si deve identificare con queste. Il Doctor of Chiropractic (DC) si avvale di numerose tecniche che spaziano dall'aggiustamento vertebrale specifico, al trattamento low force o tecniche dolci, tecniche assolutamente compatibili anche in molti casi di osteoporosi. Ogni caso va comunque valutato individualmente

4.

Cosa può fare la Chiropratica per il mal di testa ?

In molti casi cefalee e emicranie sono causate da tensione muscolare, malocclusione dentale, malposizioni vertebrali. Il Chiropratico ripristina l’equilibrio funzionale delle strutture interessate tramite specifici trattamenti manuali detti adjustment ed educando il paziente verso abitudini e stili di vita più corretti ( posture, esercizio,etc)

5.

Cosa può fare la Chiropratica per il mal di testa ?

In molti casi cefalee e emicranie sono causate da tensione muscolare, malocclusione dentale, malposizioni vertebrali. Il chiropratico ripristina l’equilibrio funzionale delle strutture interessate tramite specifici trattamenti manuali detti adjustment ed educando il paziente verso abitudini e stili di vita più corretti ( posture, esercizio,etc)

6.

La Chiropratica è indicata negli stati tensivi (stress) e nelle forme di somatizzazione?

Stress e affaticamento mentale, traumi e vissuti emotivi specifici generano risposte psicologiche e fisiche. Quest'ultime possono esprimersi in molti modi, generando anche stati dolorosi e/o sfociare in vere e proprie patologie. L'analogia che uso più frequentemente è la seguente: le tensioni emotive si traducono in tensioni fisiche, alterando l'equilibrio psico-fisico dell'individuo. La Chiropratica e le tecniche di integrazione emozionale possono intervenire aiutando la persona a ristabilire il proprio equilibrio. 

7.

Quanti trattamenti sono necessari?

Non c'è modo di definirlo a priori. Nella mia attività vedo il paziente mediamente dalle tre alle otto volte nell'arco di poche settimane, nei casi più complessi una dozzina di volte. Successivamente rivedo il paziente tre/quattro volte a distanza di alcune settimane tra un incontro e l'altro per monitorare la situazione ed effettuare adjustment per mantenere il nuovo stato di salute raggiunto, ma tutto dipende dalle caratteristiche del problema presentato

8.

Le sindromi vertiginose possono essere trattate dalla chiropratica?

Se sono di origine cervicogenica e/o posturale possono essere ridotte e/o risolte tramite la chiropratica. La collaborazione con l'otorino è fondamentale per valutare la natura del disturbo ovvero per escludere l'origine centrale, vestibolare, visivo-ottico-cinetico

9.

Soffro periodicamente di colpi della strega e di mal di schiena, posso rivolgermi alla chiropratica?

Le problematiche ricorrenti e/o recidive sono un campanello d’allarme che indicano l'esistenza di un malfunzionamento non più tollerato dal nostro organismo, la Chiropratica è un valido sistema che non si limita al trattamento del dolore in sé ma indaga per determinare la causa principale e risolverla

10.

Come può essere utile all'attività sportiva?

La Chiropratica ha sempre ottenuto grandi successi nell'ambito sportivo negli USA e anche in Italia sono moltissimi gli sportivi amatoriali e professionisti che ricorrono al Dottore Chiropratico (DC), non solo per trattare infortuni ma soprattutto per mantenere il giusto equilibrio muscolo-scheletrico e elevare il grado di espressione del proprio potenziale atletico. La Chiropratica può fare molto per lo sportivo

11.

La chiropratica è una medicina alternativa?

Penso sia più corretto considerarla una medicina complementare dotata di una spiccata trasversalità. Ha una visione olistica dell'essere umano, considerando l’insieme di fattori strutturali, emotivi e biochimici che lo caratterizzano e sa contemporaneamente proporre risposte concrete e immediate

12.

Perché il chiropratico pone così tanta attenzione a piedi e occlusione dentale?

Perché anomalie dell'appoggio del piede o malocclusioni dentali possono creare alterazioni della postura e sottili disfunzioni muscolo-scheletriche che nel tempo possono tradursi in disturbi di varia natura. Si tratta rispettivamente di problemi ascendenti (piedi) e discendenti (occlusione), problematiche che specialmente in Italia sono ampiamente sottovalutate

13.

Il chiropratico prescrive medicine?

No, la Chiropratica non fa uso di farmaci o atti chirurgici

14.

COSA DEVO FARE SE VOGLIO DIVENTARE

DOTTORE IN CHIROPRATICA?

In primo luogo contattare l'Associazione Italiana Chiropratici (www.chiropratica.it), che saprà dare tutte le informazioni iniziali. Si deve tenere conto che bisogna trasferirsi nello stato prescelto per tutta la durata degli studi (almeno cinque anni) e avere un'ottima conoscenza dalla lingua inglese. E' necessario aver completato gli studi superiori. Il percorso di studio è impegnativo e richiede frequenza obbligatoria quotidiana, ovviamente non è un percorso semplice ma, se si è determinati, è realizzabile. Chi è già laureato in medicina potrà vedersi ridotto il percorso formativo di circa il 30%.

dr Giancarlo Viano D.C.

© 2019 Dr. Giancarlo Viano DC  IniziaDaQuiPress

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti in questo sito internet, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione.

Tel 349/8540520

Via Piazzi 60, 10129 Torino

P.IVA 08542980019