LA CHIROPRATICA GENERA EFFETTI RIEQUILIBRANTI SULLA STRUTTURA NEURO-MUSCOLO-SCHELETRICA, SUL METABOLISMO, SULLA SFERA MENTALE ED EMOTIVA.

“L’ INTELLIGENZA CHE CREA IL NOSTRO CORPO GUARISCE IL NOSTRO CORPO” 

D.D.Palmer- padre della Chiropratica

LOGO-associazione chiropratica

Cos’è la Chiropratica:

“La Chiropratica negli Stati Uniti come in Giappone è la professione sanitaria più diffusa tra quelle che non ricorrono all’utilizzo di farmaci, nonché una delle più riconosciute al mondo”

La Chiropratica è una professione sanitaria primaria in paesi come Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Inghilterra per citarne alcuni. Valorizza l’Intelligenza Innata, ovvero quella capacità propria dell’organismo che permette di raggiungere e conservare una dimensione di equilibrio dei tre aspetti che costituiscono il Triangolo della Salute (Mente-Struttura corporea-Metabolismo).

È fondata sull’assunto che il corretto funzionamento ed equilibrio del sistema nervoso quale regolatore della fisiologia e della salute dell’organismo è influenzato dalla corretta struttura, allineamento e funzionalità della colonna vertebrale che lo contiene. Ne consegue che alterazioni a carico della colonna possono essere causa di disturbi neuro-muscolo-scheletrici statici (postura) e dinamici (movimento), e di rigidità strutturali originate da specifici stati emotivi che condizionano negativamente la vita psicofisica della persona.

Il Dottore Chiropratico:

“In Italia sono ancora in molti a non avere le idee chiare su chi è il vero Doctor of Chiropractic e sulla sua formazione”

Esercita la Chiropratica il Doctor of Chiropractic (DC), titolo di Laurea Magistrale che attualmente si consegue esclusivamente all’estero, a seguito di un rigoroso percorso universitario di circa cinque anni a tempo pieno ed a frequenza obbligatoria presso college o università internazionalmente riconosciute dal Council on Chiropractic Education. Oltre 5000 ore di formazione teorica e pratica clinica a garanzia di preparazione, competenza e professionalità. 

Rivolgendoti ad un Dottore Chiropratico membro dell’Associazione Italiana Chiropratici (A.I.C. –   www.chiropratica.it) hai la garanzia di affidarti a mani esperte con un background formativo in linea con gli standard internazionali, a garanzia di sicurezza e professionalità. Da anni l’A.I.C. si adopera per l’applicazione della legge sulla Chiropratica in Italia e per contrastare l’annoso fenomeno dell’abusivismo generato da questo gap legislativo.

A quali mani ti affidi?? scopri cosa dice l’Associazione Italiana Chiropratici

A cosa serve la Chiropratica?

“…a rimuovere interferenze nella relazione tra sistema nervoso centrale e colonna vertebrale”

La colonna vertebrale contiene parte del sistema nervoso centrale: il “prolungamento” del cervello, ovvero il midollo spinale, e i relativi nervi periferici che si diramano da ogni livello vertebrale e vanno a servire gli organi e tessuti del corpo. Traumi fisici e fattori degenerativi, stress emotivo e stati psicologici, posture sbagliate e attività fisiche possono alterare l’equilibrio vertebrale, alterando la comunicazione tra cervello e il resto del corpo, generando interferenza e disfunzione. Queste interferenze al sistema nervoso e strutturale vengono definite sublussazioni vertebrali.

Il Dottore Chiropratico ripristina il corretto assetto vertebrale favorendo la corretta comunicazione tra cervello, organi, muscoli e tessuti e facilitando l’integrità psico-fisica dell’individuo.

L’Adjustment chiropratico

Il Dottore Chiropratico corregge la sublussazione vertebrale (VSC= vertebral subluxation complex) attraverso l’adjustment: applicazione di una specifica pressione mirata e controllata su un segmento vertebrale e sui tessuti adiacenti allo scopo di condizionare la funzionalità articolare e neurofisiologica, ripristinando il corretto assetto vertebrale, la giusta mobilità ed il corretto fluire di quella Intelligenza Innata che vuole esprimere il massimo potenziale dell’individuo. L’aggiustamento è di stretta competenza del Dottore Chiropratico, è generalmente indolore e può generare al massimo un lieve fastidio.

Che cosa “cura” la Chiropratica?

“La Chiropratica non si focalizza sul sintomo ma cerca di approcciare il disturbo alla sua radice strutturale e neuro-funzionale”

Le indicazioni all’aggiustamento chiropratico sono veramente molteplici proprio per la sua capacità di produrre risultati nei diversi ambiti corporei:

  • sindromi da stress
  • lombalgie e sciatiche
  • cervicalgie e brachialgie
  • dorsalgie e dolori intercostali
  • contratture muscolari
  • alterazioni della postura
  • colpo della strega e  blocchi articolari
  • colpo di frusta
  • traumi vari (no fratture)
  • somatizzazioni
  • stati tensivi generati da ansia, preoccupazione, frustrazione, nervosismo
  • affiancamento a percorsi introspettivi quali psicoterapia, coaching, counseling
  • supporto sportivo per atleti professionisti e amatori
  • sostegno per attività professionali ad alta intensità
  • affiancamento a percorsi riabilitativi

Chiropratica: quante visite sono necessarie?

​“Ogni Dottore Chiropratico segue protocolli specifici a seconda della propria impostazione clinica, tecnica e filosofica. Nella mia attività, durante la prima visita chiropratica, viene stabilito il numero di trattamenti necessari ad aiutare il paziente ad affrontare il problema nel migliore modo possibile. Questo avviene generalmente in tre fasi”

La prima fase

Può durare alcuni giorni o settimane a seconda della frequenza degli incontri, da un minimo di due/tre incontri nei casi più semplici, a più di otto/dieci incontri in quelli più complessi:

  • indirizzare i cattivi allineamenti strutturali recenti e/o cronici
  • favorire la riduzione del disturbo (specialmente nei casi acuti e sub-acuti)
  • promuovere una maggiore scoperta e autoconsapevolezza del proprio stato di salute

La seconda fase

È caratterizzata da alcuni incontri di controllo e aggiustamento, a distanza di alcune settimane l’uno dall’altro:

  • monitorare e ottimizzare lo stato di salute ed i risultati raggiunti
  • motivare ulteriori considerazioni sul proprio benessere
  • favorire l’autoguarigione

La terza fase

Il paziente può decidere di mantenere al meglio il proprio stato di salute e di benessere attraverso trattamenti a cadenza mensile o bimestrale nell’arco dell’anno:

  • dedicare spazio ed impegno alla cura di sé stessi
  • passare da un concetto di Salute ad uno di Benessere
  • favorire la propria massima espressione psico-corporea

Quanto costa? Vedi tariffario Chiropratica

Chi può venire a farsi aggiustare?

“Nella mia attività, da 7 a 90+ anni chiunque può decidere di venire in visita chiropratica e strutturare il proprio percorso di recupero della propria salute, riprendersi le redini del proprio benessere

TARIFFARIO

Appuntamenti

CHIROPRATICA
COACH & PSYCH-K®
Read More About Me

Latest News Chiropratica